Chiudi [X]


Richiedi dei campioni Ordina ora Moderno Montana Castillo Alaska Vermont Retrò
Home | Contatti | Registrati
F.A.Q. Realizzazioni Come si usa Applicazioni Perché usare la pietra ricostruita
Rivestimento

Rivestimento modulare in cemento alleggerito ad effetto lineiforme con superficie irregolare.  
Rivestimento

Rivestimento modulare in cemento alleggerito con superficie cubiforme.  
Rivestimento

Rivestimento modulare in cemento alleggerito ad effetto lineiforme con superficie liscia.  
Rivestimento

Rivestimento modulare per esterni e interni la cui superficie simula quella della pietra naturale, il diverso spessore della pietra crea un piacevole effetto chiaroscuro che sottolinea la naturalezza della parete.  
Pietra

Pietra ecologica da rivestimento particolarmente adatta a chi ama i giochi di luce: la superficie del rivestimento Alaska è caratterizzata da variazioni di spessore che ne evidenziano l'effetto chiaroscuro sia in presenza di luce naturale che artificiale.  
Modulo

Modulo per rivestimenti che riproduce l'effetto a scaglie provocato dalla lavorazione delle pietre naturali di alta montagna.  
Roccia

Roccia ricostruita artificialmente per rivestimenti interni ed esterni che ripropone fedelmente le rocce naturali. L'irregolarità della superficie e dei bordi, le colorazioni sono stati ottenuti studiando attentamente le caratteristiche delle rocce presenti in alta montagna.  
Rivestimento

Rivestimento in pietra ricostruita ispirato alle pietre ricavate dal taglio di blocchi di pietra naturale. Le particolari colorazioni, i giochi d'ombra della superficie e la regolarità della forma rendono questo rivestimento adattabile sia ad ambienti classici che moderni.  
Mattone

Mattone ricostruito per rivestimenti studiato appositamente per la ristrutturazione di vecchi edifici di cui si vuole mantenere l'aspetto rustico e vissuto.  
Mattone

Mattone da rivestimento Castillo simula con grande fedeltà i vecchi mattoni rustici fatti a mano per ottenere un risultato più realistico è stato creato un particolare mattone dallo spessore maggiore che, inserito casualmente nella parete le conferisce un aspetto di maggiore autenticità.  



Vantaggi della pietra ricostruita

La pietra ricostruita è facile da posare

Si tratta infatti di un rivestimento modulare la cui superficie riprende le forme e i colori delle pietre naturali, consentendo anche a posatori non esperti la realizzazione di pareti rivestite con questo tipo di rivestimento.

Le pietre sono rettificate

Ciò garantisce la massima aderenza tra le pietre, evitando così i tagli di giunzione e riducendo così le tempistiche della posa in opera.

Forniamo anche pezzi speciali ad angolo

Per facilitare la posa nei punti più difficili



ApplicabilitÀ della pietra ricostruita

La pietra ricostruita non aggiunge robustezza al muro.

Intonaci rovinati dall’umidità o indeboliti dal tempo non sono in grado di sostenere il rivestimento: asportare le parti rovinate e rifarle prima di effettuare la posa. In caso di posa su pareti in gravi condizioni riportare una rete elettrosaldata fissata al muro con tasselli. La superficie di posa deve essere libera da polvere e sporco.


Posa su intonaci molto assorbenti

L’assorbimento troppo rapido dell’acqua da parte della parete blocca la reazione della colla e ne causa il distacco.

La posa su cartongesso va effettuata utilizzando collanti a base di gesso o un primer impermeabilizzante; in caso di intonaci molto assorbenti inumidire la superficie con un getto d’acqua prima di effettuare la posa.



Presenza di strati di vernice o disarmante

La pietra manufatta non va posata su fondi ove siano presenti strati di vernice e disarmante in quanto potrebbero provocare il distacco del rivestimento. In questi casi asportare il prodotto esistente mediante sabbiatura o raschiatura, oppure fissare una rete metallica di supporto a maglia fine.




Lista delle domande più frequenti nella posa e nell'utilizzo della pietra ricostruita per interni ed esterni


Domande frequenti sulla pietra ricostruita


  1. Cos’è la pietra ricostruita?
  2. È possibile richiedere la detrazione Irpef del 36% sulla pietra ricostruita?
  3. Le pietre ricostruite si possono posare su pareti in metallo?
  4. Le pietre ricostruite si possono posare su pareti in legno?
  5. Devo effettuare la ristrutturazione di un vecchio edificio, posso utilizzare la pietra ecologica?
  6. Come faccio a sapere con esattezza la quantità di pietre da ordinare?
  7. Come faccio a sapere con esattezza la quantità di mattoni ricostruiti da ordinare?
  8. Come faccio a sapere con esattezza la quantità di colla e stucco da ordinare?
  9. Posso mettere la pietra ricostruita anche su ambienti soggetti ad umidità?
  10. Mi piace molto l’effetto della pietra faccia a vista ma è troppo difficile da posare, esistono soluzioni alternative che non necessitano l’impiego di manodopera specializzata?
  11. Cosa bisogna fare per avere un effetto finale realistico?
  12. Come bisogna procedere nella posa su contorni di porte e finestre?
  13. È assorbente? Posso metterla anche sulle pareti della doccia?
  14. Cosa significa posa a secco?
  15. Come si esegue la posa a secco?
  16. Cosa sono le fughe?
  17. Come si fa la stuccatura?

Cos’è la pietra ricostruita?

La pietra ricostruita, o detta anche pietra ecologica, è un materiale ottenuto miscelando argilla, acqua e cemento ed ossidi per la colorazione della stessa. L’impasto viene colato in appositi stampi che, in base alla loro varietà, possono dare origine ad innumerevoli forme. Si tratta quindi di un materiale naturale da considerarsi affidabile e duraturo quanto la pietra naturale ma di peso ridotto e più facile da posare. Con la pietra ricostruita una parete, un muro di cinta o un caminetto possono diventare gradevoli elementi decorativi.

Le pietre ricostruite si possono posare su pareti in metallo?

Sì. Per prima cosa bisogna accertarsi che la parete da rivestire sia in grado di sostentere il peso della pietra, dopodichè coprire la superficie con carta impermeabilizzante. Al fine di migliorare la qualità aggrappante si consiglia di fissare una rete metallica sistemando i chiodi galvanizzati o i punti metallici ad una distanza di 15cm in verticale e 30cm in orizzontale. Ricordarsi di fermare la rete 2cm prima del bordo della parete da rivestire.
NB: Bisogna girare la rete sugli spigoli esterni sormontando le giunte di almeno 5mm.
La rete va sistemata in modo da riuscire a coprirne tutti i fili con il collante.

Le pietre ricostruite si possono posare su pareti in legno?

Sì. Per prima cosa bisogna accertarsi che il legno sia in buone condizioni e che la parete da rivestire sia in grado di sostentere il peso della pietra, anche in questo caso è preferibile coprirlo con carta catramata leggermente traspirante o stendere una mano di aggrappante.Si consiglia di montare una rete metallica sistemando i chiodi galvanizzati o i punti metallici ad una distanza di 15cm in verticale e 30cm in orizzontale. Fermare la rete 2cm prima del bordo della parete da rivestire
NB: anche in questo caso bisogna girare la rete sugli spigoli esterni sormontando le giunte di almeno 5mm.
Naturalmente queste operazioni possono essere realizzate anche con altre tecniche e prodotti, ma la cosa importante è quella di rendere strutturale ed aggrappanbte il fondo prima della posa. Questi consigli migliorano la durabilità della posa della pietra.

Devo effettuare la ristrutturazione di un vecchio edificio, posso utilizzare la pietra ecologica?

Sì, ma bisogna prendere acluni accorgimenti.
SE SI VUOLE RIVESTIRE UNA MURATURA IN CALCESTRUZZO O INTONACO VERNICIATO O SPORCO è necessario raschiare la superficie fino a che non risulterà pulita. Asportare la polvere con acqua e spalmare un leggero strato di collante in modo da pareggiare la superficie. In alternativa fissare una rete metallica a maglia fine con tasselli ad espansione distanti non più di 25cm tra loro.
SE SI VUOLE RIVESTIRE UNA MURATURA IN INTONACO DECADENTE bisogna sabbiare la superficie fino al raggiungimento del mattone grezzo. Ripulire accuratamente la superficie dopodichè montare una rete metallica con tasselli ad espansione distanti non più di 25cm tra loro.

Come faccio a sapere con esattezza la quantità di pietre da ordinare?

Calcolare l’area della superficie da rivestire moltiplicandone la base per l’altezza. A questa cifra vanno sottratti gli spazi occupati da porte, finestre ed eventualmente lo spazio occupato dagli angoli esterni (da considerare circa 0,25 mq ogni metro lineare). Ricordarsi di acquistare una piccola quantità in più per gli scarti. Se si vuole ordinare un tipo di pietra da posare fugata, considerare nel calcolo anche le dimensioni delle fughe. Si utilizza come unità di misura il metro quadrato per le superfici piane e il metro lineare per gli angoli.

Come faccio a sapere con esattezza la quantità di mattoni ricostruiti da ordinare?

Calcolare l’area della superficie da rivestire moltiplicandone la base per l’altezza. A questa cifra vanno sottratti gli spazi occupati da porte, finestre ed eventualmente lo spazio occupato dagli angoli esterni (da considerare circa 0,25mq ogni metro lineare).si consiglia l’cquisto sempre di una piccola quantità in più per gli scarti. Dividere l’altezza della parete per l’altezza del mattone più la fuga, approssimando le dimensioni di quest’ultima per ottenere multipli interi.

Come faccio a sapere con esattezza la quantità di colla e stucco da ordinare?

Per quanto riguarda la colla calcolare un consumo medio che va dai 6 agli 8 kg/mq.
Per lo stucco invece calcolare un consumo medio che va da 7 a 9 kg/mq.

Posso mettere la pietra ricostruita anche su ambienti soggetti ad umidità?

Sì, in caso di posa in locali soggetti ad umidità (es. cucina, ecc.) è possibile farla. Nel caso di ambienti paricolarmente aggressivi si può applicare un apposito primer idrorepellente che aumenta la protezione delle pietre. Quest’ultimo, oltre a proteggere dall’umidità esalta l’aspetto naturale del rivestimento.

Mi piace molto l’effetto della pietra faccia a vista ma è troppo difficile da posare, esistono soluzioni alternative che non necessitano l’impiego di manodopera specializzata?

Esiste in commercio la pietra ecologica, o pietra ricostruita, la cui superficie visibile ripropone quella della pietra naturale mentre la parte che va a contatto con la parete è piana; questo tipo di rivestimento è studiato in modo che chiunque possa provvedere alla posa in opera. Le nostre pietre soto rettificate, quindi la posa è agevolata ed il risultato finale migliore anche senza manodopera specializzata.

Cosa bisogna fare per avere un effetto finale realistico?

Per ottenere un risultato ottimale è bene procedere rispettando i criteri costruttivi della pietra naturale, in modo che la parete rivestita dia l’impressione di effettivo sostegno.
Nelle arcate o negli architravi le pietre sono sostenute mediante forte compressione laterale che ne impedisce lo scivolamento verso il basso, esse vanno quindi posizionate con il lato lungo perpendicolare al pavimento negli architravi*, e perpendicolari al sottarco* nelle arcate. Evitare architravi troppo ampi, risulterebbero poco credibili.
Perché un muro possa sostenersi è necessario che le pietre che lo compongono siano perfettamente legate e incastrate tra loro, quindi, durante la posa della pietra ricostruita sono da evitare fughe verticali superiori a 25-30cm. Evitare inoltre il posizionamento della pietra con il lato più lungo in verticale (ad eccezione dei casi sopra indicati).

*NOTE:

architrave: elemento architettonico orizzontale che unisce superiormente due montanti.
sottarco: superficie interna dell’arco.

Come bisogna procedere nella posa su contorni di porte e finestre?

Innanzitutto assicurarsi che il fondo sia solido e privo di vernice o disarmante, dopodichè tracciare una linea distante 5 cm dallo spigolo della porta o finestra. Iniziare sempre con la posa del trave superiore, che va sostenuto con un’asse di legno fissata alla parete fino a che il collante non sia indurito. Ricordarsi di posizionare per primi i pezzi laterali ad angolo e di seguito il pezzo centrale o la chiave di volta.

È assorbente? Posso metterla anche sulle pareti della doccia?

La pietra ricostruita si comporta come la pietra naturale, quindi assorbe. Per la posa su pareti soggette ad agenti aggressivi consigliamo l’utilizzo di ShinyCollection, un rivestimento la cui superficie simula la rugosità della pietra ma che, essendo stato sottoposto ad uno speciale trattamento protettivo impermeabilizzante e antigraffio, si può usare anche in ambienti soggetti ad agenti aggressivi e forte umidità quali docce, saune, bagni turchi, piscine ecc.

Cosa significa posa a secco?

La posa a secco è una tecnica di posa che non prevede fughe.

Come si esegue la posa a secco?

Le pietre devono essere applicate partendo dal basso verso l’alto, tracciando sulla parete linee orizzontali a distanza di 20/ 26cm tra loro a “bolla”. Iniziare sempre con i pezzi ad angolo e poi con i piani, cercando di accostarli meglio possibile togliendo eventuali imperfezioni. Si consiglia di posare sempre la pietra dal lato più lungo, così da farla risultare più naturale. Con una cazzuola togliere sempre lo strato di colla uscita dal bordo e controllare, tramite una livella, la perfetta planarità dello strato prima di proseguire con il successivo. Sfalsare sempre le giunzioni sia come pezzo che come pietra. Gli ultimi corsi in alto potranno essere tagliati a misura con flessibile con disco diramato.
Nel montaggio a secco non dovrebbero esistere fessure tra una pietra e l’altra. Qualora piccole quantità di colla risultassero visibili è bene effettuare una stuccatura utilizzando lo stucco di colore appropriato.

Cosa sono le fughe?

Per fuga si intende lo spazio rimasto tra le pietre o i mattoni/pietra dopo aver effettuato la posa. Questo spazio viene riempito con lo stucco utilizzando diverse tecniche di stuccatura a seconda del risultato finale che si vuole ottenere.

Come si fa la stuccatura?

Preparare una miscela di stucco e acqua fino a raggiungere una consistenza morbida e procedere secondo uno dei tre metodi proposti di seguito. Non usare mai spazzole bagnate per pulire le pietre dopo la stuccatura poichè potrebbero sporcarsi con lo stucco nuovamente ammorbidito.
STUCCATURA NORMALE
Mettere il preparato in un sac-à-poche (che si ottiene praticando un piccolo foro su un angolo di una busta di nylon) e, premendo l’estremità opposta, applicare lo stucco nelle fughe tra le pietre.
STUCCATURA A SPATOLA
Lo stucco va inserito a filo ed anche oltre lo spessore della pietra, dopo un lieve appassimento, viene schiacciato e sistemato con la punta di una cazzuola o con una spatola. Può, in alcuni casi, sormontare i bordi della pietra stessa.
STUCCATURA A GUANTO
Lo stucco va inserito come nel sistema a spatola, la sua sistemazione, dopo un leggero appassimento, viene effettuata manualmente con un guanto da muratore in pelle dura. Rimane la fuga piena sporcando leggermente la pietra sui bordi con un effetto simile alle vecchie murature.